L’ottavo giorno della settimana/nota

Standard

Quando non hai nulla in mente. Non pensi, non ti chiedi niente. Quando la spensieratezza aleggia nell’aria. Ogni cosa è bella. E perfetta. No, non è perfetta, ma poco t’importa perché tutto quello che conta è lì. Tutto ciò che vuoi per essere felice.
La respiri. Ancora sdraiato a letto. Ancor prima di aprire gli occhi. Odora di caldo. Ti avvicini per darle un bacio leggero. Per non svegliarla. E gusti la sua pelle. Annusi il suo profumo. Ti entra nel cuore e nella carne e pulsa in vena. E non t’interessa più niente. Se piove, se c’è il sole, le cavallette o un uragano. Non ti frega neppure del caffè perché quell’odore è tutto ciò che ti serve per star sveglio.
Ed è qui. Accanto a te. Su di te.

Lev, Labirinto di specchi rotti (un viaggio a piedi nudi), L’ottavo giorno della settimana

locandina

locandina di Chiara Lo Conte

2 pensieri su “L’ottavo giorno della settimana/nota

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...